pdfBilancio 2016

pdf Bilancio 2015

pdf Bilancio 2014

pdfBilancio 2013

pdf Bilancio 2012

pdf Bilancio 2011

 

 

Insieme copia

(foto ICCV-Nazemse)

In questo anno insieme abbiamo ampliato, diffuso e condiviso esperienze capaci di coniugare nuove prospettive per la cooperazione internazionale nei Paesi terzi come in Italia e nella nostra regione, l’Umbria.

Terzo settore, governi locali, parti sociali e privati collegati in reti caratterizzate dal forte ancoraggio territoriale, ma aperte al confronto e alle collaborazioni trans-locali, questa la dimensione all’interno della quale Tamat insieme a collaboratori, volontari, partner locali, istituzionali e internazionali, continua e continuerà a costruire ispirandoci a logiche di sviluppo basate su iniziative associative, sperimentazione, e l’intraprendenza di soggetti e territori.

Con il progetto triennale RASAD - Reti d’Acquisto per la Sicurezza Alimentare con il supporto della Diaspora burkinabè d’Italia co-finanziato da Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (seconda fase del progetto RASA/BF), apriamo prospettive piu’ ampie di lavoro su co-sviluppo in Burkina Faso come in Italia attraverso il ruolo delle diaspore e delle comunità migranti nella cooperazione internazionale, insieme a Association Watinoma, Bambini nel Deserto , Enea, ICCV/NazemseItal Watinoma Onlus,  Psicologi nel Mondo   e Regione Umbria.

Con il progetto biennale europeo urbagri4women coltiviamo piante e comunità attravero gli orti urbani, quali terreni aperti, relazionali e transculturali insieme ai nostri partner europei in Austria, Cipro, Francia, Grecia, Inghilterra e Portogallo. All’interno del progetto, finanziato dalla Commissione europea (DG Migration and Home Affairs) nel quadro del Fondo Asilo, migrazione e integrazione, e selezionato su 104 progetti presentati, pianificheremo e coltiveremo insieme spazi per arrivare a creare un modo più equo e sostenibile di vivere in città, luogo di mescolanza, mobilità, incontri, e sfide. In questi spazi verdi non si coltiva solo cibo, ma anche cultura e legami sociali significativi, si osservano le nuove connessioni tra il locale e il globale, tra gli spazi pubblici e quelli privati, tra la cultura e la natura.

E con il progetto Suriname in America meridionale, co-finanziato dal programma europeo EuropeAid, insieme a Stichting Bureau voor de dienstverlening aan NGO’s, Arrimage Good’iles, piccole associazioni locali e università usiamo l’imprenditorialità e l’impresa sociale come strumenti di sviluppo, inclusione e mobilità sociale. 

Per il 2017 insieme ci facciamo portatori di risorse, prospettive, significati e storie nuove.

Sostieni TAMAT!

 

Usiamo cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.