pdfBilancio 2016

pdf Bilancio 2015

pdf Bilancio 2014

pdfBilancio 2013

pdf Bilancio 2012

pdf Bilancio 2011

 

 

Guaqui Bolivia copia

 

Municipio di Guaqui, Bolivia

Patrizia Spada, presidente di Tamat NGO in missione in Bolivia per SAYWA con Beatriz Gladys Arce Mendoza, Alcaldesa de Guaqui. Scambio di buone pratiche su turismo comunitario nelle sue molteplici sfaccettature: turismo rurale, turismo esperienziale, ecoturismo, turismo etnico e agriturismo, in una modalità di convivenza ed interazione con le comunità indigene originarie.

Lo sviluppo multisettoriale, integrale, attraverso un approccio decentralizzato, territoriale e partecipativo, con il coinvolgimento principale delle comunità locali e lo sviluppo di un tessuto microimprenditoriale locale e di immigrazione di ritorno, promosso dal progetto transfrontaliero SAYWA sono stati oggetto di riflessione e confronto con la sindaca di Guaqui, Beatriz Gladys Arce Mendoza, durante la missione in Perù e Bolivia della presidente Patrizia Spada a dicembre scorso per il progetto SAYWA, finanziato dal programma operativo EuropeAid.

Guaqui e’ situata sull’altopiano boliviano a 91km da La Paz a 3811 sopra il livello del mare e non lontana dal sito archeologico di Tiwanaku , centro spirituale e politico della cultura Tiawanaku, dichiarato nel 2000 Patrimonio Mondiale dell'Umanità. Con un porto e una storia importante legata al trasporto lacustre ferroviario e un museo inaugurato nel 2014 museo Ferroviario Lacustre, potenziali turistici, per vivere culture e paesaggi e condividere tradizioni e costume, ora in rete all’interno del circuito turistico collegato alla ruta di Tiawanaku. Un approccio alla progettazione integrata del territorio grazie all’azione congiunta di enti locali, privati e associazioni per lo sviluppo di sistemi turistici locali. A questo proposito citiamo il lavoro mirato svolto della ONG locale CUNA per la valorizzazione e salvaguardia del patrimonio culturale e storico nei municipi di Tiwanaku, Guaqui e Taraco.

Lo stesso approccio ha ispirato la gestione e promozione dei siti archeologici mediante la rete di Musei Comunitari. Con oltre 75.000 siti archeologici registrati, di cui un centinaio coinvolti in modo diretto o indiretto con il turismo e la sua gestione, il sistema boliviano dei Musei Comunitari comporta una procedura di approvazione e di autogestione delle comunità rurali e contadine coinvolte, che si trovano nelle vicinanze dei siti interessati. Anche di questo abbiamo parlato e con Juan Carlos Patón, coordinatore dei Musei Comunitari della Boliva.

Il progetto SAYWA, finanziato dal programma operativo della Commissione Europea EuropeAid all’interno del programma tematico triennale Investire nelle persone è coordinato dalla Municipalità di Capachica (Perú) di cui TAMAT è partner insieme alla Municipalità di Tiahanuacu (Bolivia) e due associazioni peruviane: ACOFAPE associazione coordinatrice di familiari di peruviani migranti e rientrati in e dall'Europa e MALLKU istituto per lo sviluppo sostenibile.

Usiamo cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.