pdfBilancio 2016

pdf Bilancio 2015

pdf Bilancio 2014

pdfBilancio 2013

pdf Bilancio 2012

pdf Bilancio 2011

 

 

RutaSAYWAviaalnegocio3 copia copia

Foto: Provincia di Lampa, Peru': le donne beneficiarie del progetto SAYWA ricevono il primo assegno del "fondo a cascata" per l'avvio del loro negocio

Secondo l’ultima indagine realizzata dal fondo d’investimento per lo sviluppo Responsability, nel 2017 il mercato globale della microfinanza (e delle microimprese) crescerá in media del 10-15%, con picchi del 30% attesi in Sud-est asiatico e confermando l’America Latina come il mercato piú maturo.

Partiamo da questi dati per le ultime notizie “from the field” dal nostro progetto triennale trasfrontaliero SAYWA co-finanziato dal programma operativo della Commissione Europea EuropeAid all’interno delprogramma tematico triennale Investire nelle personecoordinato dalla Municipalità di Capachica (Perú) di cui TAMAT è partner insieme alla Municipalità di Tiahanuacu (Bolivia) e due associazioni peruviane: ACOFAPE associazione coordinatrice di familiari di peruviani migranti e rientrati in e dall'Europa e MALLKU istituto per lo sviluppo sostenibile.

Con l’80% di grant da EuropeAid e il 30% di co-finanziamento dal settore privato, l’intervento integrato alla sviluppo locale promosso all’interno del progetto SAYWA, ha visto due importati momenti dall’inizio del 2017 con una tranche di assegni consegnati per l’avvio di “negocio” e con un taglio di 2500 Nuevos Soles a favore di 36 beneficiari tra donne e giovani indigeni (quechua e aymara) appartenenti a diverse associazioni di riferimento nella provincia di Lampa (23 gennaio),  e 65 beneficiari all’interno di gruppi  di micro-imprese locali nel distretto di Capachica (5 febbraio). Tra i beneficiari oltre a donne e giovani ci sono 30 migranti di ritorno, chi cioe’ ha vissuto, ha acquisito istruzione, conoscenze e una nuova visione del mondo e delle possibilità di vivere in condizioni migliori e si trova a dover frenare le proprie ispirazioni per mancanza di opportunità nel paese d’origine.

Tra le associazioni di appartenenza dei gruppi di beneficiari ci sono gestori del servizio turistico con un profilo specifico ovvero che contemplino nella loro offerta il turismo comunitario, che siano in accordo con gli obiettivi di sostenibilità del progetto SAYWA e che si impegnino a dialogare con le entità politiche locali per valorizzare il lavoro e le buone pratiche dei gruppi che rappresentano.

Le attivita’ di erogazione del “fondo a cascata” ha come duplice obiettivo quello di consentire l’accesso a risorse finanziarie da parte di soggetti svantaggiati normalmente esclusi dai sistemi creditizi locali e dall’altro stimolare e incentivare uno sviluppo economico locale inclusivo e sostenibile attraverso la formazione, l’accompagnamento e il monitoraggio di tutte le attivita’ e iniziative di micro-impresa e nelle filiere di artigianato, turismo di comunità e dei servizi dedicati all'ospitalità.

Il personale dell'Associazione ACOFAPE e dell’istituto MALLKU assistono e accompagnano  nell'implementazione delle attività con TAMAT a supporto del monitoraggio valutazione, e follow-up sulla valutazione dell’impatto sociale del progetto.

Nell’ottica di cooperazione territoriale Peru’-Bolivia e di una strategia di crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, il progetto SAYWA prevede l’istituzionalizzazione di un circuito turistico transfrontaliero denominato Ruta Saywa. Il circuito avrà poi una rete internazionale che lo supporti e lo pubblicizzi.

Dall’America Latina con il progetto SAYWA al Sahel con il nuovo progetto triennale RASAD Reti d’Acquisto per la Sicurezza Alimentare con il supporto della Diaspora burkinabè d’Italia co-finanziato da Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo , ci riappropiamo dell’idea che una finanza buona esiste, stimola l’imprenditoria etica e socio-ambientale, solleva l’economia dal basso e soddisfa le necessitá di base per chi non ha neanche quelle.

Agisci e partecipa! Regala un mi piace al progetto SAYWA



Usiamo cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.