pdfBilancio 2016

pdf Bilancio 2015

pdf Bilancio 2014

pdfBilancio 2013

pdf Bilancio 2012

pdf Bilancio 2011

 

 

UniPg

 

Tante le domande emerse ieri durante l’evento Occupazione In Cooperazione Internazionale all’interno della seconda edizione del Laboratorio di Progettazione in Cooperazione Internazionale coordinato da Tamat con il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Perugia, il supporto di Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e la collaborazione di CIPA. Con un panel autorevole con contributi tra gli altri di: Anna Ascani, Dirigente Servizio Rapporti Internazionali e Cooperazione (Regione Umbria); Céline Camoin, giornalista del mensile Africa e Affari; Lyda Favali, Professore Associato Relazioni Internazionali (DISP UniPg); Domenico Lizzi (Comitato Tecnico Tamat Ong); e Piero Sunzini (Direttore Tamat Ong).

Studenti di Scienze Politiche, Scienze della Comunicazione, Agraria e Giurisprudenza interessati a scoprire e conoscere da vicino il mondo del lavoro in cooperazione internazionale, hanno rivolto domande dirette e concrete, di seguito ne riportiamo alcune: "Quali i criteri di selzione? Quali le modalita’ e la tipologia di contratto di lavoro? Come trovo le posizioni aperte? Quali le competenze richieste? Come si costruisce un gruppo di lavoro dietro un progetto di cooperazione intenazionale? Quale il livello di coinvolgimento della popolazione locale, i loro saperi, e risorse? Quali le possibili criticita’ e nodi da sciogliere sul campo? ". 

Un panel di giovani project manager, docenti, ricercatori e giornalisti coordinato dal direttore di Tamat, Piero Sunzini hanno dato risposte, coinvolto e orientato una platea motivata di giovani. Con il regista Maurizio Schmidt , che introducendo la proiezione del film documentario RASA , ha parlato delle opportunità offerte dai mestieri della cultura in cooperazione internazionale allo sviluppo.

Tamat con questa iniziativa parte della II edizione del Laboratorio di Progettazione in Cooperazione Internazionale , i Giovedì della cooperazione, con il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Perugia, il supporto di Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e la collaborazione di Centro Pace di Assisi , ha connesso le tante potenzialità del lavoro in Cooperazione Internazionale per renderle più fruibili e orientare i giovani in maniera più completa. Citando il viceministro Mario Giro, impegnato proprio in questi giorni in un road show su #LavororarenellaCooperazione per le università delle regioni italiane, “molto si può fare anche solo scoprendo ciò che già esiste ma resta isolato e poco conosciuto".

Usiamo cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.