pdfBilancio 2016

pdf Bilancio 2015

pdf Bilancio 2014

pdfBilancio 2013

pdf Bilancio 2012

pdf Bilancio 2011

 

 

SANTA PERDUTA immagine generica copiaLa locandina della festa popolare di Santa Perduta XIII ed. realizzata da Daniele Toccacelo responsabile dir. grafica Festival del Mondo in Comune

La settimana che verrà con Aprite le città di Radio Orvieto Web per UmbriaMiCo - Festival del Mondo in Comune

Gennaro, il protagonista della canzone dell’artista toscana Nada, “Aprite le città”, «parla una lingua amara» e «ha fatto saltare la terra in aria», è un attentatore pasticcione: «È un povero Cristo. Un uomo che fa degli errori, commette anche orrori certo, ma non è lui la causa è il mezzo utilizzato da qualcuno e qualcosa di molto più grande. Un sistema che non funziona e genera mostri, …». Cosi’ commentava Nada in una intervista su Il Manifesto (08.01.2016)

E da qui è partita la redazione di Radio Orvieto Web, partner del progetto Festival del Mondo in Comune, per costruire una trasmissione radiofonica a puntate in streaming e podcast per "farci misurare con storie diverse che guardassero quello che succede intorno", spiega Giacomo Mencarelli dell’associazione culturale Radio Orvieto Web tra gli ideatori insieme a Andrea Caponeri e Alessandra Talamoni del programma.

Coinvolgere il pubblico, rivelare emozioni, speranze e difficoltà. Raccontare storie di vita ai microfoni della radio da migranti di antico e nuovo insediamento, senza i loro momenti ipermediatizzati - centri di accoglienza, ai barconi, taxi del Mediterraneo, per coglierne l’umanità e per avvicinare storie e vite.

«Il primo agosto un ragazzo ivoroniano ventenne è morto nelle acque del Lago di Bolsena questa notizia assimilata alla cronaca locale come un’altra tragedia in acqua, merita maggiore attenzione..», commenta Giacomo Mencarelli, « si tende a semplicare, risolvendo (o dichiarando di voler risolvere) pressoché ogni problema e complessità, con Aprite le città vogliamo aprire tante porte per raccogliere dalla viva voce di chi, per gravi problemi politici, sociali e/o economici, ha fatto la difficile scelta di lasciare la propria terra, di chi si sposta dal luogo in cui è nato, cambia città, Stato, continente in cerca di lavoro, pace o, come si dice in questi casi, fortuna ».

La prima puntata di Aprite le città sarà registrata all’interno del tradizioanale picnic pomeridiano di domenica 27 agosto presso i Giardini di San Giovenale (quartiere medievale) per la Festa di Santa Perduta uno degli appuntamenti più amati dagli orvietani (e non solo), giunta alla sua XIII edizione.

Il programma:

ore 17.30 Picnic: smerendata collettiva stravaccati sull'erba, con le offerte dei Devoti della Santa e presentazione della trasmissione "APRITE LE CITTÀ"

ore 19.30 Canzoni Al Tramonto con Simone Stopponi & Francesca Dragoni 

ore 21.30- MAURO ERMANNO GIOVANARDI (La Crus) in concerto con Marco Cosma Vignera Carusino

A seguire B-Sonanze Dj Set con Diggeienzo & djmaurovecchi

Vi aspettiamo numerosi!

Note a margine:

Chi: Radio Orvieto Web, sin dalla sua nascita nell’Aprile del 2008, attraverso i soci dell’omonima associazione culturale che ne cura la programmazione stagionale, ha proposto alla comunità orvietana di riferimento e alla web community in generale un palinsesto ampiamente variegato con approfondimenti su tematiche che vanno dall’informazione, alla letteratura, alla musica ad ampio raggio di genere, all’intercultura, al mondo giovanile, studentesco e non solo, al cinema, alla promozione delle iniziative dell’associazionismo locale, solo per citare alcune aree di interesse. A tal proposito è già on-line un ricco archivio audio. R.O.W. è comunicazione, confronto, aggregazione, libertà, consapevolezza, responsabilità, partecipazione, creatività e volontariato culturale.

Cosa: UmbriaMiCo - Festival del Mondo in Comune è un progetto di Tamat co-finanziato dalla Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS), con 21 partner regionali - Regione Umbria, ARCI Umbria, ANCI Umbria, Legambiente Umbria, Farneto Teatro, Centro Internazionale fra i Popoli di Assisi (CIPA), Università degli Studi di Perugia (UNIPG), Giovani Musulmani d’Italia (GMI), Associazione degli Ivoriani in Umbria (ASSIDU), Fondazione Exodus ONLUS, FELCOS Umbria, Radio Orvieto Web, Associazione Makeba, Centro di Formazione Professionale G.O. Bufalini, Comune di Marsciano, Comune di Assisi, Comune di Foligno, Comune di Orvieto, Comune di San Giustino, Università per Stranieri di Perugia (UNISTRAPG), Umbria Export; e 2 partner internazionali - Initiative Communautaire Changer La Vie/Nazemse (Iccv/Nazemse)- Burkina Faso , Le Tonus - Mali.

Il Festival nella sua prima edizione vuole essere una iniziativa-faro per illuminare le relazioni poste in essere dalla cooperazione decentrata, quella che ha le sue radici in Umbria, secondo i criteri della cooperazione tra comunità. Il tutto in coerenza con la nuova Agenda approvata dalle Nazioni Unite nel settembre del 2015: 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile. Il progetto culmina nella settimana del festival a giugno 2018 con attività preparatorie e iniziative di sensibilizzazione.

Dove: Assisi, Città di Castello, Foligno, Marsciano, Orvieto, Perugia e San Giustino, nei territori non metropolitani una possibile ricucitura tra culture del Nord e del Sud con l’obiettivo di chiamare le comunità locali a diventare consapevoli sui temi di sviluppo, cooperazione internazionale, co-sviluppo, reti, gestione consapevole delle risorse e dei beni comuni, diritti umani, accoglienza e integrazione, partecipazione, responsabilizzazione, dialogo, la sfida della terra, la giustizia alimentare, e tutto ciò che ci lega al mondo.

Usiamo cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.