Educazione allo sviluppo

Educazione allo sviluppo/ Educazione alla Cittadinanza Mondiale

Tamat svolge attività di informazione ed educazione sui temi dello sviluppo e della cooperazione internazionale. Questa attività, nata come Educazione allo Sviluppo, si sta trasformando in Educazione alla Cittadinanza Mondiale, in cui lo scopo non è più solo informare ed educare ma rendere le persone consapevoli di vivere in un mondo globalizzato dove le azioni di tutti influenzano il resto del mondo.

Gli interventi realizzati sono destinati sia al sistema educativo formale (scuole elementari, medie inferiori e superiori, università) che a quello informale, rivolto a giovani, adulti ed associazioni.

Lo scopo è di sensibilizzare i partecipanti sulle più importanti problematiche legate al sottosviluppo e far capire loro come agire in prima persona per rendere il mondo più equo.
Bisogna far crescere la consapevolezza di quanto si possa fare per combattere la povertà nei paesi cosiddetti “poveri”, quanto le nostre scelte influenzano lo sviluppo di altri paesi, quanto sia importante per uno sviluppo sostenibile di tutto il mondo essere responsabili delle nostre scelte economiche, sociali, ambientali e culturali.

Tamat opera nell’ambito dell’EAS e dell’ECM con vari progetti e incontri: dal 2003 realizza presso numerose scuole della Regione Umbria una serie di incontri formativi nell’ambito del progetto “Adotta un diritto” (vedi scheda). Gli incontri con gli alunni/docenti affrontano tematiche legate ai problemi del sottosviluppo (risorse idriche, commercio internazionale, ecc…) e alla cooperazione internazionale. Gli operatori di Tamat affrontano tali questioni in modo interattivo e avvalendosi di strumenti dinamici di apprendimento come giochi di ruolo e simulazioni.
Tamat interviene anche a livello universitario, portando la propria concreta esperienza.

Adotta un diritto

Tamat porta nelle scuole l’Educazione alla Cittadinanza Mondiale con il programma “Adotta un diritto” che crea momenti di riflessione con gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, adattando le metodologie all’età dei partecipanti. Tutto può essere utile per riflettere insieme su

EurAfrica

Tamat entra nella scuole col  progetto “EurAfrica”, realizzato grazie al cofinanziamento del Ministero degli Affari Esteri, Direzione generale Cooperazione allo Sviluppo, per parlare con più di 700 ragazzi e i loro insegnanti di sviluppo sostenibile e cooperazione.

Il Rientro nei Contesti d'Origine

Presentiamo i risultati di una ricerca finanziata da Regione Umbria dal titolo “Il rientro nei paesi d’origine: indagine sulle necessità, aspirazioni e volontà degli immigrati”, su percorsi migratori di cittadini stranieri provenienti dall’Africa Occidentale, che ad un ce

Injawara

INJAWARA è un progetto co-finanziato dall'Unione Europea (Europe Aid) che intende promuovere l'educazione allo sviluppo tra i giovani di 6 paesi europei, avvalendosi anche della partecipazione di ragazzi dei Paesi in Via di Sviluppo tramite i social networks. I partecipanti verranno coinvolti in un

Un sorriso per conoscersi

Il progetto vede coinvolte due classe della scuola media S. Paolo di Perugia in attività interculturali attraverso l’utilizzo delle immagini. Grazie alle macchine fotografiche usa e getta i ragazzi hanno dato sfogo alla propria immaginazione e creatività per esprimere sensazioni e nuove sfacc