DSCF3705Un momento dell'incontro tra Tamat (Italia) e il Comune di Loumbila (Burkina Faso).

Giovedì 19 luglio 2018, il direttore di Tamat Piero Sunzini, accompagnato dalla rappresentante paese Denisa Savulescu e dall'ingegnere agronomo locale Moussa Ouedraogo, sono stati ricevuti presso gli uffici del Municipio di Loumbila al fine di svelare le linee principali di un progetto pilota di allevamento di polli e rivedere i legami di cooperazione tra Tamat e il Comune. Si tratta, in particolare, di realizzare un centro di allevamento polli a Loumbila, portando i pulcini anche nel villaggio di Lao (coinvolto anch'esso nel progetto) e che prenderà forma entro settembre.  

Ad accogliere il direttore Tamat e la sua delegazione, nella sala conferenze del Comune, il Sindaco Paul Taryam Ilboudo, circondato dai suoi più stretti collaboratori: il Vice Sindaco, George Ouedraogo, e il segretario generale, Rasmané Nikiema. 

Entrando nel vivo della questione, dopo aver ricordato le azioni già messe in campo con RASAD a Loumbila (Tamat vi sostiene gruppi di agricoltori, uomini e donne, concedendo loro microcredito e formazione in tecniche di produzione biologica, n.d.r.), Piero Sunzini ha sottolineato la necessità di interazione tra allevamento e agricoltura, riferendosi a una tecnica agricola in particolare, quella delle “buttes sandwichs” (aiuole a cumulo), che preservano la fertilità del suolo. 

DSCF3720Il Municipio di Loumbila.

La scelta di sviluppare il progetto di allevamento dei polli proprio a Loumbila, nata da un suggerimento di Moussa Ouedraogo, è stata accolta con entusiasmo dal Sindaco, il quale, manifestando apertamente la propria soddisfazione, ha affermato non solo di far parte di "coloro che sostengono che se ci si concentra sul rapporto agricoltura-allevamento, sarà l’intera economia della comunità a guadagnarci", ma anche che questa visione si inscrive a pieno titolo nel Piano di sviluppo comunale.

Credendo fermamente in tutto questo, essendo egli stesso proprietario di un'azienda agricola biologica e di allevamento avicolo, Paul Taryam Ilboudo ha ribadito inoltre la priorità del problema della terra: grandi progetti come la costruzione del nuovo aeroporto, una nuova Università e le vendite di terreni a tutti i livelli da parte dei proprietari terrieri, sono preoccupanti. Per questo motivo, campagne di sensibilizzazione sono condotte sul campo con la convinzione che il carattere silvo-pastorale di Loumbila deve rimanere.

DSCF3718A siglare il documento, le firme del Sindaco di Loumbila Paul Taryam Ilboudo e della rappresentante paese di Tamat Denisa Savulescu. 

Convinti che la combinazione allevamento-agricoltura sia una vera leva di sviluppo, le due parti, il sindaco di Loumbila e il direttore di Tamat, hanno così firmato un accordo di partenariato, sigillando un forte legame di cooperazione. La speranza è che questa cooperazione rafforzi maggiormente il benessere delle popolazioni vulnerabili e lo sviluppo economico dell’intera comunità.

RASAD - Reti d'Acquisto per la Sicurezza Alimentare con il supporto della Diaspora burkinabè d'Italia è supportato dall'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS).

Usiamo cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.