Per diventare soggetti attivi nei programmi di cooperazione e contribuire a una nuova narrativa sulle migrazioni

Copia di IMG 5832

Dopo una decina di tappe in altrettante città italiane, ilSummit Nazionale delle Diaspore fa scalo a Perugia il 12 ottobre. Si tratta di un progetto nazionale che promuove il ruolo attivo delle Diaspore comeponte tra i Paesi e le società e attori chiave nello scambio economico, culturale e sociale tra l’Italia e i paesi di provenienza dei migranti residenti.

L’incontro a Perugia è organizzato in collaborazione con l’ONG Tamat e rivolto a tutti i cittadini, italiani e migranti, attivi nel mondo delle migrazioni e /o cooperazione, che abbiano la volontà di comprendere come strutturare o fortificare le loro associazioni,chevogliano essere protagonisti in Italia e dire la loro sulla narrazione delle migrazioni. E’ aperto anche a quanti collaborano con queste associazioni o hanno alle spalle esperienze di cooperazione verso i paesi del Sud del mondo (ONG, imprese, centri servizi…). L’obiettivo è discutere insieme le istanze del territorio e presentare le opportunità che il sistema italiano offre per accedere ai programmi di cooperazione allo sviluppo. Saranno presenti rappresentanti dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, delle fondazioni partner del progetto e diversi attori istituzionali, per creare uno spazio di dialogo con le associazioni delladiaspora.

Dice Mirko Tricoli, rappresentante dell’AICS – Agenzia Italiana per la Cooperazioneallo Sviluppo, principale finanziatore del progetto: “Sono tante le associazioni di migranti attivesul territorio italiano che mantengono contemporaneamente aperto un canale con i vari paesi di origine. Pochi però sanno che esiste una legge per includerle come soggetti attivi nei progetti di cooperazione internazionale e renderle protagoniste dello sviluppo dei loro paesi di provenienza. Per questo oggi siamo qui. Oggi più che mai è necessario promuovere il valore e l’impegno delle comunità di migranti per un futuro di sviluppo, benessere e convivenzapacifica

Continua Cleophas Adrien Dioma, coordinatore del Summit Nazionale delle Diaspore:“Crediamo che il ruolo delle Diaspore nella Cooperazione allo Sviluppo sia fondamentaleper creare relazioni stabili e durature tra il nostro paese e i paesi d’origine dei migranti residenti in Italia. Pensiamo alle Diaspore come ponti culturali e leve di sviluppo economico, come attori e autori di una nuova narrativa sullemigrazioni.

AggiungePiero Sunzini Direttore generale Tamat Ong:Costruiamo reti su tredimensioni economia, società e ambiente, dove sostenibilità e sviluppo si incontrano e si integrano a vicenda grazie al ruolo attivo delle comunità locali nei paesi partner e delle diaspore in Italia perché ai problemi sociali, economici e ambientali si risponde con l’unione di forze che possano agire come comunità educanti e abilitanti dell’incontro e dello scambio con l’altro”.

L’incontro avrà luogo presso l’Ostello di Perugia in via Bontempi 13 e impegnerà i partecipanti dalle ore 09.30 alle 17.00.

I posti sono limitati, si consiglia pertanto di confermare la propria partecipazione inviando una mail a:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o chiamando il +39 339 336 60 80

Maggiori infoqui

Pin It