pdfContributi Ricevuti dalle Pubbliche Amministrazioni Anno 2017

pdfBilancio 2016

pdf Bilancio 2015

pdf Bilancio 2014

pdfBilancio 2013

pdf Bilancio 2012

pdf Bilancio 2011

 

 

25542575 1785310754866680 1304998158316961058 oLe donne di Urbagri4Women in una fase della semina dell'aglio negli orti di Montemorcino: la copertura dei bulbilli posisizionati nei solchi di terreno

Con due appuntamenti, l’agenda di Urbagri4Women - il progetto transnazionale coordinato da Tamat e finanziato dalla Commissione Europea (DG Migration and Home Affairs), conclude la quinta settimana di formazione e sospende i lavori fino al termine della pausa natalizia, prevista per l’8 gennaio.

Martedì 19 dicembre, il gruppo visita i giardini di Orto Sole, l’orto urbano un tempo in degrado e ora riqualificato grazie all’Associazione che ne condivide il nome, della cui storia Eros Labanca (Presidente dell’associazione), Rossella Ferretti (socio e membro del direttivo) e Gianfranco Pannacci (socio) ripercorrono le tappe più significative, non trascurando di illustrarne anche le iniziative e gli obiettivi.
Spostatosi nella sede dell’Associazione, il gruppo apprende quanto viene organizzato presso gli uffici: incontri con le scuole, corsi di formazione e riunioni tra soci sono alcune tra le attività che danno vita allo spazio. La presentazione e le spiegazioni suscitano forte interesse nelle beneficiarie che, particolarmente incuriosite dal funzionamento di Orto Sole, pongono molte domande al team.

IMG 20171219 1043101

Presso la sede di Orto Sole, le beneficiarie conoscono la storia, le attività e gli obiettivi dell'Associazione, ascoltando le parole di Eros Labanca (in piedi, accanto alla porta), Gianfranco Pannacci (alla sua destra) e Rossella Ferretti (accanto a Gianfranco)

Giovedì 21 il gruppo si sposta a Montemorcino per cimentarsi nella coltivazione dell’aglio insieme a Fabio Barcaioli, agronomo del progetto, e Massimo Ceccarelli, Presidente regionale delle Acli.
La mattinata inizia con la distribuzione di stivali e guanti da lavoro nella “Casetta di Urbagri4women”, per poi proseguire direttamente negli orti per l’attività sul campo.
Terminato lo squadro del terreno, le ragazze scavano i solchi in cui posizionare (a circa 20 cm di distanza l’uno dall’altro) i bulbilli dell’aglio che, a loro volta, vengono ricoperti con la terra.

 IMG 6149

Una beneficiaria di Urbagri4Women posiziona i bulbilli all'interno di solchi di terreno appena scavati negli ortiti gestiti dalle Acli a Montemorcino

Il lavoro crea integrazione all'interno del gruppo, tra le ragazze, che, tra un solco e l'altro, condividono informazioni, sensazioni, risate ed esperienze. 

Usiamo cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.