42262270 2088340581495115 4869191272285339648 nUn recente incontro pubblico, organizzato per riflettere sulle prossime attività del progetto, cui hanno partecipato anche le istituzioni locali. 

Dopo due anni di azioni a supporto dell'autonomia economico-sociale delle donne di Tataouine, Ter-Re inizia una nuova fase, quella del vero e proprio sostegno alla micro-imprenditoria locale. Ma con una novità.

Al fine di contrastare la disoccupazione, infatti, ARCS ha aperto l'attività a tutti i giovani interessati a proporre personali idee imprenditoriali. È stato così selezionato, in base alle iniziative pervenute, un gruppo beneficiario composto da 8 ragazze e 3 ragazzi.

Terminata la sessione di formazione intensiva di tre settimane - concordata con l’Agenzia Nazionale per Impiego e il Lavoro Indipendente (ANETI) - le future micro-imprenditrici e i futuri micro-imprenditori hanno definito il proprio business plan e appreso i principi del management, mentre la Banque Tunisienne de Solidarité (BTS), ente finanziario per il micro-credito creato a livello governativo, ha condotto l'attività di valutazione.

Il prossimo passo per ARCS, ora, è esaminare i risultati della formazione, le schede di valutazione della BTS e i piani aziandali per quantificare i supporti da accordare a ogni proposta, sulla base del fondo specificatamente previsto dal progetto e privilegiando quelle potenzialmente più sinergiche con le altre sue parti (come ad esempio, le iniziative focalizzate sul piccolo allevamento, che possono fornire prodotti e materie prime da incanalare nella filiera TATAOUI).

Ter-Re: progetto ARCS, in collaborazione con Tamat e Institut des Règions Arides (IRA), supportato da AICS

 

Pin It