Nel contesto del progetto «Riibo BF – Sostegno alla produzione avicola per la sicurezza alimentare in Burkina Faso» Rif. 134/19, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei ministri – Italia, Fondo 8×1000 IRPEF assegnati da cittadini italiani per la gestione diretta da parte dello Stato per l’anno 2019, è previsto nelle attività del progetto, una visita di studio in una fattoria, con le 40 famiglie beneficiarie del progetto.

Il 30 maggio 2023, le persone coinvolte nel progetto hanno portato i beneficiari nel sito di allevamento del signor Christian, un giovane studente che ha fatto dell’allevamento di polli il suo hobby. Il sito copre ½ ettaro ed è recintato, con un pollaio di 1.000 capi.

È nell’ambito del rafforzamento delle capacità dei beneficiari che si svolge questa attività. È con un grande sorriso che il proprietario del locale ha accolto i suoi ospiti della giornata, venuti a conoscere la sua esperienza nell’industria avicola. Per motivi igienici, i visitatori sono stati ricevuti a più di 300 metri dal sito, per un briefing prima della visita al sito. La visita è stata guidata e divisa in due gruppi.

Prima di varcare la soglia della porta del cantiere, a ciascun beneficiario è stato chiesto di disinfettarsi mani e piedi. Intervenendo, il gestore del sito, il sig. Christian, ha accolto con favore l’iniziativa che per lui, è più di un’iniziativa scolastica.

Rivolgendosi ai beneficiari, ha chiesto la loro motivazione nell’allevamento di pollame, prima di insistere sul fatto che sarebbe un errore arrivare all’allevamento di pollame per diventare immediatamente ricchi. Secondo lui, non chiunque può allevare polli, ma chiunque sia in grado di farlo e ami questa attività. Ha spiegato dalla A alla Z come impostare un progetto di allevamento di galline.

Dalla costruzione del pollaio e dalla sua disposizione, attraverso l’acquisto di pulcini, cibo e cure veterinarie, tutto è stato affrontato per una buona comprensione dei beneficiari ed è stato ascoltato con attenzione. Ha insistito sull’importanza dei sacrifici e dell’igiene per il successo di un progetto di allevamento. “Bisogna anche avere uno spiccato senso di osservazione per individuare eventuali anomalie nel pollaio”, ha aggiunto. A poco a poco, i beneficiari hanno posto domande sulla gestione del pollaio. Il gestore dell’azienda ha prontamente risposto a tutti.

È stato con molta soddisfazione che i beneficiari sono tornati a casa, e con la ferma volontà di riuscire nel loro progetto di allevamento di polli.

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi